Assemblee e consigli

Attività dell'Associazione

Attività associazione AlmagiàSin dalla sua costituzione del 2006, l’Associazione ha cercato di svolgere una intensa attività di divulgazione e di collegamento tra collezionismo, ambiente accademico, istituzioni locali ed enti culturali.
Questa attività ha già contribuito all’ organizzazione di occasioni di incontro e di studio a cadenza almeno annuale, nonché all’allestimento di mostre e dei relativi cataloghi, in collaborazione con
altri enti ed istituzioni cartografiche, nonché enti locali.In particolare, ha contribuito fattivamente all’organizzazionedei Seminari di Studi Cartografia Storica e Collezionismo in Italia, tenutisi annualmente dal 2005 al 2010 a Sant’Anatolia di Narco (PG), in Valnerina e, da ultimo, si è fatta promotrice dell’Incontro Annuale dell’Associazione “Roberto Almagià”, che nel 2011 è stato ospitato da Civitella del Lago (TR).

Attività associazione AlmagiàNell’ambito di tali eventi, a cui hanno partecipato esponenti universitari e di istituzioni cartografiche italiane ed estere, i soci dell’Associazione hanno curato anche l’allestimento di alcune mostre, mettendo a disposizione  raro materiale tratto dalle proprie collezioni, per la maggior parte inedito. Le iniziative dell’Associazione hanno ottenuto il patrocinio da parte della SOCIETÀ GEOGRAFICA ITALIANA, del CISGE – CENTRO ITALIANO PER GLI STUDI STORICO-GEOGRAFICI, dell’Università IUAV di Venezia e, recentemente, è stata avviata una collaborazione con la Seconda Università di Napoli.

 

 

 

L'Associazione si presenta!
Qui a
vrai tutte le informazioni e potrai vedere le nostre ultime iniziative

 

 


 

 Alcune delle nostre iniziative passate

 

1° Seminario di Studi:

CARTOGRAFIA STORICA E COLLEZIONISMO IN ITALIA

1-4 giugno 2006

L’Associazione ha contribuito a realizzare, insieme al Comune di Sant’Anatolia (PG) :

allestimento delle mostre LE ANTICHE TERRE DEL DUCATO DI SPOLETO NELLA CARTOGRAFIA DEI SEC. XVI-XIX, a cura di Fabrizio Ronca, e GLI ATLANTI CONSERVATI NELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI SPOLETO, Fondo Antico della Biblioteca G. Carducci

2° Seminario di Studi:

CARTOGRAFIA STORICA E COLLEZIONISMO IN ITALIA

1-3 giugno 2007

L’Associazione ha contribuito a realizzare, insieme al Comune di Sant’Anatolia (PG) :

allestimento della mostra LE ANTICHE CARTE DELLO STIVALE - Cartografia a stampa dei secoli XV-XVII a cura di Roberto Borri, con il contributo di Emilio Moreschi

seminario intensivo per collezionisti dal tema COME IDENTIFICARE E DATARE LA CARTOGRAFIA STORICA, a cura di Antonio Volpini 

visita guidata alla mostra

LE PIANTE DI ROMA DELLE COLLEZIONI PRIVATE DAL XV AL XX SEC.

10 luglio 2007, ore 12.00

presso Palazzo Incontro - Via dei Prefetti, 22 - Roma

con l’intervento

del curatore della Mostra, il Prof. Clemente Marigliani

e del curatore del Catalogo, l’Arch. Andrea Sciolari

 

Visita della mostra, avvalendosi come guide d’eccezione del curatore del catalogo e del curatore della mostra stessa, con la quale sono state aperte al pubblico alcune Collezioni private di piante di Roma tra le più importanti al mondo, da cui sono state selezionate circa 130 opere, attraverso le quali è possibile ricostruire la storia ed il percorso urbanistico della città e del territorio circostante.

La Provincia di Roma ha donato una copia dell’importante catalogo della mostra a ciascun partecipante.

Mostra cartografica

BENEDETTO MARZOLLA

Brindisino, geografo e cartografo dell'800 europeo

Brindisi, 12 dicembre 2008-31 marzo 2009

 

L’Associazione ha promosso ed ha contribuito a realizzare, insieme al Comune di Brindisi, la mostra cartografica BENEDETTO MARZOLLA. Brindisino, geografo e cartografo dell'800 europeo, curando la pubblicazione del relativo catalogo, in occasione del 150° anniversario della morte di questo protagonista della cartografia italiana ottocentesca 

4° Seminario di Studi

CARTOGRAFIA STORICA E COLLEZIONISMO IN ITALIA

29 maggio - 2 giugno 2009

L’Associazione ha contribuito a realizzare, in collaborazione con il Comune di Sant’Anatolia (PG) :

convegno articolato in due sessioni, accompagnate da due mostre:

I sessione: STRADE, CANALI, CONFINI, ROTTE. i simboli lineari nella cartografia antica e pubblicazione del relativo catalogo,

II sessione: LA TABULA PEUTINGERIANA: la più antica carta itineraria romana.

5° Seminario di Studi

CARTOGRAFIA STORICA E COLLEZIONISMO IN ITALIA

25-27 giugno 2010

L’Associazione ha contribuito a realizzare, in collaborazione con il Comune di Sant’Anatolia (PG) :

convegno accompagnato da due mostre cartografiche, con pubblicazione del relativo catalogo

APPARATI DECORATIVI – FIGURAZIONI E DECORAZIONI NELLA CARTOGRAFIA ITALIANA DAL 400 ALL'800

LE PIANTE DELLE CITTÀ E TERRE DELL'UMBRIA DAL MANOSCRITTO DI CIPRIANO PICCOLPASSO

Giornata di Studio

TEMI E SUGGESTIONI CARTOGRAFICHE

incontro con i collezionisti

Civitella del Lago (TR), 11 - … giugno 2011

 

L’Associazione ha contribuito a realizzare, in collaborazione con il Comune di Baschi (TR), una giornata di studio a Civitella del Lago, in cui dare la parola ai collezionisti, per condividere gli approfondimenti fatti e confrontarsi sugli approfondimenti da fare.

Il Convegno, svolto in occasione dell’Incontro Annuale dell’Associazione, è  accompagnato da una sintesi della mostra cartografica L’ITALIA PRIMA DELL’ITALIA - Carte geografiche e topografiche dell’Italia dal 1478 al 1861, con l’esposizione di alcune rare rappresentazioni dell’Italia tratte da collezioni private.

Mostra documentaria

GEOGRAFIA E STORIA DELLA LINGUA ITALIANA

Pavia, Salone Teresiano della Biblioteca Universitaria,

23 febbraio – 22 aprile 2012

Incontro

L’ITALIA PRIMA DELL’ITALIA

Pavia, 18 aprile 2012

 

L’Associazione ha collaborato con la Biblioteca Universitaria di Pavia  all’allestimento della Mostra, in cui hanno fatto da cornice ai manoscritti e ai libri esposti  alcune rare e suggestive carte geografiche.

In tale quadro, il 18 aprile 2012 l’Associazione ha presentato alcune  riflessioni sulle carte geografiche e topografiche dell'Italia dal Medioevo all'Unità Nazionale.

Mostra di cartografia e vedute a stampa

Caserta, 15 -26 giugno 2012

 

LA TERRA DI LAVORO NELLA STORIA

Dalla Cartografia al Vedutismo

 

L’Associazione ha allestito questa mostra in collaborazione con il Centro Nazionale Studi Manzoniani / Casa del Manzoni, e ne ha curato il relativo catalogo, recante le schede di 59 carte geografiche e topografiche che consentono di ripercorrere l’evoluzione storica dell’Italia.

 

VITA ASSOCIATIVA

Il diritto di partecipare effettivamente alla vita sociale che viene richiamato nello statuto dell’Associazione in effetti è vissuto dai nostri Soci come un piacevole “dovere”.

 

Tutte le iniziative e le pubblicazioni dell’Associazione sono state rese possibili unicamente dalla volontà e dalla sensibilità dei Soci nel mettere a servizio dello sviluppo della cultura cartografica sia la propria collezione, sia le proprie competenze ed il proprio tempo.

 

Di fatto, nell’Associazione si pratica del “volontariato” culturale, in virtù del quale  ciascuno mette a disposizione degli altri e della collettività culturale quello che ha o che può dare: rarità dalle collezioni private, competenze tecniche, capacità organizzativa, rapporti istituzionali dei vari soci si integrano per creare un momento di incontro e di scambio di idee, esperienze ed informazioni.

 

Questo modus operandi, sviluppatosi ed affinatosi negli anni, in ogni occasione di approfondimento organizzata dall’Associazione ha portato a piccole scoperte, quali l’individuazione di stampe sconosciute ai repertori specializzati o di particolari inediti.  

 

Il tutto, vissuto informalmente e senza alcuna finalità personale o economica, ma per il semplice piacere di stare insieme a persone che condividono questo particolare interesse, che coniuga mirabilmente storia, tecnica e arte.

 

Non possiamo nascondere, poi, che la condivisione di questo interesse ha ormai portato anche ad una piacevole tradizione di occasioni conviviali, in cui la conoscenza del territorio si sposta dall’ambito meramente geografico … 

Assemblee e consigli

Assemblea Generale Ordinaria dei Soci

Le assemblee generali ordinarie dei Soci sono convocate annualmente, solitamente in occasione di un evento organizzato dall’Associazione (convegno, mostra, etc.).

Finora, si sono svolte a:

Sant’Anatolia di Narco (PG) 2 giugno 2007
Sant’Anatolia di Narco (PG) 30 maggio 2008
Sant’Anatolia di Narco (PG) 30 maggio 2009
Sant’Anatolia di Narco (PG) 26 giugno 2010
Civitella del Lago (TR) 17 giugno 2011
Civitella del Lago (TR) 08 settembre 2012
Civitella del Lago (TR) 07 Settembre 2013
Civitella del Lago (TR) 20 Settembre 2014
Civitella del Lago (TR) 26-28 giugno 2015
Bergamo 17-18 Settembre 2016

Prossimo appuntamento:

Civitella del Lago (TR), venerdì 9 e sabato 10 giugno 2017

RIUNIONE ANNUALE DELL’ASSOCIAZIONE “ROBERTO ALMAGIÀ” 

Cari Soci e amici, 

Il nostro incontro annuale 2017 è previsto per venerdì 9 e sabato 10 giugno prossimi, e sarà ospitato a Civitella del Lago (TR). 

Il programma di queste giornate, come di consueto, saranno articolate tra:

-  Venerdì 9, pomeriggio: inaugurazione di una mostra cartografica,

-  Sabato 10, mattina: (il sempre piacevole) incontro di studio dedicato allo scambio di esperienze e di informazioni tra i Soci che vogliano condividere con associati e semplici appassionati il loro rapporto con le carte e le stampe antiche, nelle loro varie forme e tipologie.

Sabato 10, pomeriggio: l’assemblea annuale della nostra Associazione. 

Gli aspetti operativi di questo incontro sono in via di definizione: naturalmente, su questo evento riceverete in seguito maggiori dettagli. 

Ricordiamo che il nostro incontro di studio del sabato mattina è aperto agli interventi di tutti gli associati disponibili a condividere le proprie esperienze di collezionista o l’emozione delle proprie ricerche su una carta o una stampa. Negli anni scorsi, abbiamo avuto occasione di apprezzare contributi interessanti e piacevoli anche per i non addetti ai lavori. Quindi per noi è un piacere rinnovare quest’esperienza. Tutti hanno accesso a parlare, e gli interventi non sono vincolati all’argomento della mostra in programma: anzi, sarà la benvenuta ogni proposta che verrà fatta dai nostri Soci in materia. Vi preghiamo solo di segnalare alla Segreteria la vostra disponibilità e l’argomento oggetto dell’intervento, così da poter coordinare meglio i lavori. 

Chiunque fosse interessato a presentare un proprio intervento all’incontro del 10 giugno p.v. sulla propria collezione o su una propria ricerca, lo preghiamo di contattarci appena possibile per metterci in condizione di organizzare la scaletta degli interventi, chiamando o scrivendo al Segretario della nostra Associazione, M. Gabriella Cocco (tel. 06 4425901, fax 06 442590254, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

 

Cordiali saluti a tutti.

 

Il Presidente
Emilio Moreschi

Il Segretario
M. Gabriella Cocco 

Segreteria:

Maria Gabriella Cocco
Viale Regina Margherita, 262 - 00198 Roma
tel. (+39) 06 4425901 – fax (+39) 06 442590254  (lun-ven dalle 9.00 alle 20.00)
e-mail  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Statuto

Statuto estratto dall’Atto Costitutivo dell’Associazione, stipulato per atto Notaio Roberto Borri iscritto presso il Collegio Notarile di Pavia, Vigevano e Voghera, in data 23 marzo 2006, rep. 49.440 racc. 16.685, come integrato da successiva modifica dello Statuto approvata con delibera dell’assemblea dei soci in data 17 giugno 2011 (art. 1 – [denominazione e sede sociale] e art. 7 – [ rinvio, per quanto non disposto dal presente statuto, alle norme del Codice Civile ed alle leggi dello Stato sull’associazionismo]).

 

 

STATUTO

ASSOCIAZIONE Roberto Almagià

Associazione Italiana Collezionisti di Cartografia Antica

 

ART. 1 - DENOMINAZIONE - SEDE - DURATA

E' costituita un'Associazione culturale denominata 

Roberto Almagià

Associazione Italiana Collezionisti di Cartografia Antica.

L'Associazione ha sede in Roma (RM).

L'Associazione ha durata sino al 31 dicembre 2050 e potrà essere prorogata con delibera assembleare.

L'Associazione ha scopi culturali e non ha fini di lucro

 

ART.2  - NATURA - CARATTERE - SCOPI

L'Associazione  Roberto Almagià è nata per promuovere la cultura della cartografia storica.

L’Associazione ha carattere di assoluta indipendenza da Partiti Politici, dalla Pubblica Amministrazione, da sette Filosofiche e Confessioni Religiose, è senza fini sindacali e di lucro e si amministra e determina i suoi programmi ed iniziative in completa autonomia.

L'Associazione ha quale scopo (fermo restando il divieto dell'Associazione di svolgere attività in settori diversi dai previsti, salvo quelle direttamente connesse): studiare, valorizzare e diffondere la cartografia e la stampa antica, per favorire:

  • lo scambio delle reciproche esperienze e idee attraverso lo svolgimento di attività culturali in Italia e all'estero;
  • la promozione di iniziative destinate all'approfondimento della conoscenza cartografica storica e della stampa antica;
  • la divulgazione e lo scambio del materiale tra gli associati utilizzando strumenti telematici e digitali sul modello della rete Internet.

 L'Associazione ha per oggetto le seguenti attività:

  • promuovere autonomamente (anche in collaborazione con privati cittadini, gruppi, enti e organizzazioni pubbliche) iniziative di studio sulla cartografia storica e la stampa antica.
  • svolgere manifestazioni, convegni, dibattiti, mostre, seminari e ricerche di ogni tipo, per il raggiungimento e la diffusione dei propri scopi.
  • stipulare convenzioni con Enti pubblici e privati, per la gestione di corsi e seminari e/o per la fornitura di servizi, nell'ambito dei propri scopi.
  • favorire la nascita di enti o gruppi che, anche per i singoli settori, si propongono scopi analoghi al proprio favorendo la loro attività, collaborando con essi tramite gli opportuni collegamenti ed anche favorendo la loro adesione all'Associazione.
  • ideare, realizzare ed editare
  • pubblicazioni e simili;
  • audiovisivi e simili;
  • prodotti televisivi e cinematografici;
  • CD audio e CD Rom.

Inoltre l'Associazione potrà svolgere qualunque altro tipo di attività purché volta al conseguimento delle finalità sociali; mettere a disposizione di tutti coloro che vorranno partecipare alle attività dell'Associazione i prodotti culturali e didattici frutto dell'attività stessa.

L'Associazione ricercherà, per il conseguimento delle finalità sociali, contatti e collegamenti con pubbliche amministrazioni, altri enti pubblici e privati cittadini di ogni parte del mondo.

 

ART. 3 - ORGANI DELL'ASSOCIAZIONE

Sono organi dell'Associazione: l'Assemblea dei soci; il Consiglio; il Presidente; il Segretario.

Soci e Assemblee

I soci si dividono in: Fondatori, Onorari e Ordinari

Sono Soci Fondatori le persone, enti e società che hanno partecipato alla costituzione dell’Associazione.

Sono Soci Onorari le persone che si sono particolarmente distinte nel mondo della cultura, nel sociale, nella politica, ed in qualsiasi altro campo, gli enti pubblici e privati, nonché le società che contribuiranno a sostenere l’attività dell’Associazione.

Sono Soci Ordinari le persone, enti e società la cui domanda di ammissione verrà accettata dal Consiglio e che verseranno, all’atto dell’ammissione, la quota di associazione che verrà annualmente stabilita dal Consiglio.

I soci che avranno sostenuto delle spese, previa accettazione del Consiglio,  per il conseguimento dell’oggetto e dello scopo dell’Associazione verranno rimborsati dietro presentazione di documentazione (fattura, ricevuta etc.).

L’adesione all’Associazione comporta per l’associato maggiore di età il diritto di voto nell’Assemblea per l’approvazione e le modificazioni dello statuto e dei regolamenti per la nomina degli organi direttivi dell’Associazione.

La qualifica di socio è a tempo indeterminato e non può essere acquisita per un periodo temporaneo salvo in ogni caso al diritto di dimissioni.

La qualifica di socio può venire meno: per dimissioni scritte da parte del socio; per morosità nel versamento delle quote. Contro tali decisioni il socio può presentare ricorso entro trenta giorni secondo quanto previsto dal codice civile. (artt. C.C. 2286, 2288, 2518/8, 2524, 2527) In caso di dimissioni o di esclusione del socio, l’Associazione non è tenuta al rimborso della quota associativa.

Ogni socio ha diritto di partecipare effettivamente alla vita sociale.

L’esistenza di diverse categorie di soci non comporta diversità di trattamento tra le stesse, avuto riguardo, ai diritti di ciascun socio nei confronti dell’Associazione.

I soci che non avranno presentato per iscritto le loro dimissioni entro il 30 novembre di ogni anno saranno considerati soci per l’anno successivo e obbligati al versamento della quota annuale di associazione.

La quota o il contributo associativo sono intrasmissibili ad eccezione dei trasferimenti a causa di morte e non sono rivalutabili.

L'Assemblea dei soci è convocata obbligatoriamente dal Presidente almeno una volta nell'anno solare. L’Assemblea può essere inoltre convocata su decisione del Presidente, della maggioranza del Consiglio o di almeno un terzo dei soci.

Le convocazioni sono affisse nell’albo sociale e rese pubbliche tramite i canali d'informazione adeguati quindici giorni prima della data di svolgimento.

L’Assemblea dei soci è sovrana.

L’Assemblea dei soci:

  • discute le linee programmatiche dell’attività,
  • approva annualmente il rendiconto economico e finanziario,
  • esamina e vota i bilanci, elegge le cariche sociali secondo le scadenze previste dal presente statuto, prende atto di nuove iscrizioni accettate dal Consiglio,
  • apporta eventuali modifiche allo statuto ed al regolamento interno ove esistente,
  • delibera lo scioglimento dell’Associazione e
  • delibera su ogni altro argomento posto all’ordine del giorno.

L’Assemblea dei soci, con voto a maggioranza qualificata, può inoltre inserire nell’ordine del giorno nuovi argomenti non previsti in convocazione.

Le deliberazioni assembleari, come pure i bilanci, sono permanentemente a disposizione dei soci. Le cariche sociali non comportano alcuna indennità di carica. Per quanto non contemplato nel capitolo Soci e Assemblee, valgono le norme del Codice Civile. Nel caso in cui l’Assemblea dei soci licenziasse un Regolamento interno dell’Associazione, esso farà parte integrante del presente Statuto.

Le deliberazioni assembleari possono essere sostituite da decisioni dei soci adottate  mediante consultazione scritta o sulla base del consenso espresso da ciascun socio per iscritto: in tal caso dai documenti sottoscritti dai soci (e inviati anche a mezzo fax o posta elettronica) dovrà risultare con chiarezza l'argomento oggetto della decisione ed il consenso alla stessa.

 

ART. 4 - IL CONSIGLIO

Il Consiglio è composto da un minimo di tre membri e da un massimo di nove; è eletto dall’Assemblea dei soci, con voto a maggioranza semplice.

Il Consiglio dura in carica tre anni.

Il Consiglio coadiuva il Presidente e il Segretario nella direzione dell’Associazione secondo le linee di programma deliberate dall’Assemblea dei soci e conformemente agli scopi dell'Associazione  Roberto Almagià.

Il Consiglio può eleggere una commissione di redazione culturale permanente per l'elaborazione contenutistica e formale delle attività dell'Associazione. A tale commissione può far parte ogni membro dell'Associazione o persona esterna ad essa.

Le decisioni del Consiglio possono essere adottate anche mediante consultazione scritta o sulla base del consenso espresso da ciascun consigliere per iscritto: in tal caso dai documenti sottoscritti  (e inviati anche a mezzo fax o posta elettronica) dovrà risultare con chiarezza l'argomento oggetto della decisione ed il consenso alla stessa.

Il Presidente

Il Presidente dell'Associazione è eletto dal Consiglio dei soci, dura in carica tre anni e può essere rieletto.

Il Presidente ha la rappresentanza dell’Associazione nei contatti con le istituzioni e con i terzi. Il Presidente ha la piena responsabilità legale dell'Associazione.

Il Presidente può delegare in tutto o in parte i suoi poteri di rappresentanza a uno o più membri del Consiglio o, per motivi gestionali, a incaricati dell’Associazione tramite autorizzazione scritta.

In caso di impedimento o di assenza temporanea del Presidente, il potere di rappresentanza può essere attribuito a un membro del Consiglio.

Il Segretario

Il Segretario dell'Associazione è eletto dal Consiglio; dura in carica tre anni e può essere rieletto.
Il Segretario ha potere di firma e di rappresentanza legale, nonché la piena responsabilità amministrativa dell'Associazione. E’ tenuto ad adempiere ad ogni incombenza amministrativa, ivi compresa la tenuta dei libri sociali e d’amministrazione.

Il Segretario è responsabile dei deficit di gestione non espressamente autorizzati dal Consiglio.
In caso di assenza del Segretario o di sue dimissioni scritte, il Consiglio nominerà un sostituto provvisorio tra i membri del Consiglio, in attesa di una nuova nomina.

 

 


ART. 5 - PATRIMONIO - RISORSE E BILANCIO

Il Patrimonio dell’Associazione è formato:

  • dalle quote sociali e da eventuali contributi volontari degli associati che potranno essere richiesti in relazione alla necessità ed al funzionamento dell’Associazione.
  • dai contributi, (anche in forma di quota di partecipazione alle spese dell'attività dell'Associazione) di enti pubblici o di altre persone fisiche e giuridiche;
  • da eventuali donazioni, erogazioni e lasciti;
  • da eventuali entrate per attività e servizi svolti in attuazione degli scopi istituzionali dell’Associazione.

Le risorse dell’Associazione saranno impiegate essenzialmente per gli scopi di cui al presente statuto.

Nel rispetto della natura non commerciale e delle sue finalità non lucrative, l’Associazione si doterà di un sistema contabile che permetta l’identificazione dei diversi risultati, la divisione tra le poste attive e quelle passive, in modo da arrivare ad una corretta e chiara determinazione degli eventuali redditi.

E' previsto:

  • Il divieto di distribuire, anche indirettamente, utili o avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitale, a meno che la destinazione o la distribuzione non siano imposte per legge.
  • L'obbligo di impiegare gli utili o avanzi di gestione solo per le attività istituzionali o direttamente connesse.
    • L'obbligo di redigere e di approvare annualmente un rendiconto economico-finanziario secondo le disposizioni statutarie.

 

ART. 6 - SCIOGLIMENTO E LIQUIDAZIONE

In caso di scioglimento dell’Associazione per qualsiasi motivo e in qualsiasi tempo, l'Assemblea dei Soci determinerà le modalità della liquidazione, nominando uno o più liquidatori.
In caso di scioglimento dell’Associazione, il patrimonio residuo verrà destinato ad altra Associazione con finalità analoghe, ovvero a fini di pubblica utilità, in quest’ultimo caso dopo avere sentito l’organismo di controllo di cui all’ art. 3, comma 190, della legge 23 dicembre 1996, n.. 662, e salvo diversa destinazione imposta dalla legge.

 

ART. 7 - NORME GENERALI

Per quanto non disposto dal presente statuto valgono le norme del Codice Civile, le leggi dello Stato sull’associazionismo.

Per ogni controversia è competente inderogabilmente il Foro di Roma.

 

ART. 8 - NORME TRANSITORIE

Il presente Statuto può essere modificato in ogni momento dall'Assemblea dei Soci convocata ad hoc.

Sottocategorie