VITA ASSOCIATIVA

Il diritto di partecipare effettivamente alla vita sociale che viene richiamato nello statuto dell’Associazione in effetti è vissuto dai nostri Soci come un piacevole “dovere”.

 

Tutte le iniziative e le pubblicazioni dell’Associazione sono state rese possibili unicamente dalla volontà e dalla sensibilità dei Soci nel mettere a servizio dello sviluppo della cultura cartografica sia la propria collezione, sia le proprie competenze ed il proprio tempo.

 

Di fatto, nell’Associazione si pratica del “volontariato” culturale, in virtù del quale  ciascuno mette a disposizione degli altri e della collettività culturale quello che ha o che può dare: rarità dalle collezioni private, competenze tecniche, capacità organizzativa, rapporti istituzionali dei vari soci si integrano per creare un momento di incontro e di scambio di idee, esperienze ed informazioni.

 

Questo modus operandi, sviluppatosi ed affinatosi negli anni, in ogni occasione di approfondimento organizzata dall’Associazione ha portato a piccole scoperte, quali l’individuazione di stampe sconosciute ai repertori specializzati o di particolari inediti.  

 

Il tutto, vissuto informalmente e senza alcuna finalità personale o economica, ma per il semplice piacere di stare insieme a persone che condividono questo particolare interesse, che coniuga mirabilmente storia, tecnica e arte.

 

Non possiamo nascondere, poi, che la condivisione di questo interesse ha ormai portato anche ad una piacevole tradizione di occasioni conviviali, in cui la conoscenza del territorio si sposta dall’ambito meramente geografico …