Rassegna Stampa

Partners

Numerose sono le sinergie sviluppate dall’Associazione con istituzioni, aziende ed enti pubblici e privati per la realizzazione di iniziative e per la definizione di progettazioni culturali integrate come percorso per migliorare la conoscenza del territorio e della sua storia.

Recentemente, il 4 maggio 2012, è stato ufficialmente siglato l'accordo di Gemellaggio tra il Centro Italiano per gli Studi Storico-Geografici e l'Associazione "Roberto Almagià" – Collezionisti Italiani di Cartografia Antica.

 

Nell'ambito dell'accordo è stata ribadita la volontà di permettere a chi volesse diventare socio di entrambe le Società di ottenere una agevolazione nell'iscrizione.

 

Il testo dell'accordo prevede tre punti principali:

 

a)    CONOSCENZA RECIPROCA

Il gemellaggio dovrebbe consentire una maggiore conoscenza reciproca, sia mediante lo scambio di informazioni sulle rispettive iniziative e pubblicazioni, sia mediante lo sviluppo di iniziative comuni che permettano alle due associazioni gemellate di perseguire i rispettivi fini statutari e di conoscere le aspirazioni e i problemi di ciascuna.

 

b)    SCAMBIO DI PRESENZE

Si intende favorire lo scambio di presenza di persone dell'una e dell'altra associazione, allo scopo di favorire maggiormente la conoscenza, l'aiuto e l'arricchimento culturale reciproci. I soci che si avvarranno della possibilità di iscrizione "gemellata" avranno identico status rispetto agli altri soci delle due associazioni.

 

c)    INIZIATIVE COMUNI

Le due associazioni gemellate potranno promuovere e realizzare programmi, progetti ed eventi in comune, nell'ambito della diffusione della cultura storico-geografica, che potranno esplicarsi, tra l'altro, attraverso:

  • attività di divulgazione della cultura della cartografia e delle stampe topografiche antiche;
  • coordinamento, sviluppo e monitoraggio delle iniziative comuni, quali la periodica organizzazione di eventi (mostre, convegni, seminari di studio che coinvolgano i maggiori studiosi della cultura storico-geografica in progetti di approfondimento);
  • attività di comunicazione e promozione delle iniziative del gemellaggio;
  • miglioramento delle sinergie;
  • realizzazione, implementazione ed organizzazione di un archivio, "memoria storica" delle attività, attuate, in itinere e di prossima realizzazione.

 

Le iniziative comuni si sommano a quelle che ogni singola associazione vorrà organizzare negli ambiti che riterrà opportuni. Gli organi esecutivi delle due associazioni, concordemente e mediante scambi di note, stabiliranno caso per caso i modi di attuazione delle iniziative da intraprendere in comune.

 

Le associazioni contraenti sono convinte che le opportunità derivanti dalla stipula di tale Protocollo di Gemellaggio costituiranno una occasione di crescita della collaborazione tra di esse e saranno per loro ed i loro soci occasione di arricchimento culturale per gli anni a venire.